Un vecchio Agente Di Viaggio

Una storiella divertente che circola nel mondo del turismo….

Un vecchio agente di viaggio muore e va in paradiso.
Il posto è meraviglioso, il clima perfetto, il riposo garantito.
L’agente però, abituato com’era ai ritmi di agenzia, dopo qualche tempo, comincia ad annoiarsi. Dopo aver girato un po’ per il Paradiso, decide di chiedere a San Pietro se si può visitare l’inferno.
– Una richiesta così non mi era mai stata fatta, dice San Pietro, dovrò parlarne con il mio Superiore.
Dopo una serie di colloqui tra San Pietro, Dio, e Satana finalmente si riesce ad organizzare la cosa. San Pietro convoca l’agente di viaggio e gli dice che la cosa si può fare, ma che durerà soltanto un giorno e dovrà essere accompagnato da un diavolo.
L’agente di viaggio, non sta più nella pelle e non vede l’ora di partire. Finalmente arriva il giorno stabilito e viene accompagnato fino alle porte dell’inferno.
Si apre il grande portone e un diavoletto è lì a fargli da guida:
– Piacere, Lucifero
– Piacere
– Allora Le faccio vedere l’inferno. Lì alla Sua sinistra c’è la sala giochi
Un’ampia sala piena di tavoli verdi, brulica di persone che giocano a carte, alla roulette, ai videogames, a biliardo, a ping-pong, a flipper, ai giochi da tavolo…
– Questa invece è la sala da ballo
Ci sono luci colorate che si accendono e si spengono. Le anime dei dannati ballano sulle piste, bevono, si scambiano pastiglie colorate, mentre delle giovani vergini mezze nude ballano nei cubi e si esibiscono nella lap-dance.
L’agente è sbalordito.
Lucifero, prosegue la visita, mostrandogli ancora la spiaggia, la palestra, la piscina, la sauna, il luna park, la pista dei go-kart, il percorso da jogging, la pista da bowling, il fitness center, i campi di calcio, di calcetto, da tennis, da golf, da beach volley, da squash, le massaggiatrici thailandesi, la stanza delle top model, e infine la sala delle orge.
Al termine della giornata l’agente rientra in Paradiso e, senza perdere nemmeno un secondo, si proietta da San Pietro e chiede di essere immediatamente trasferito all’inferno.
La questione è nodosa, ma dopo una settimana di lunghe e complesse trattative viene concesso il trasferimento all’agente, con l’unica condizione che non sarebbe mai più potuto tornare in Paradiso.
L’agente accetta senza indugio e viene accompagnato all’inferno.
Appena arrivato però, l’ambiente è completamente diverso: il fuoco avvolge le anime dei poveri dannati, mentre i diavoli li frustano e la pece bollente scorre fino alle caviglie.
L’agente si imbufalisce e chiede delle risposte a Lucifero, il quale si rifiuta di dare delle spiegazioni.
– VOGLIO PARLARE DIRETTAMENTE CON SATANA, QUESTO NON E’ ASSOLUTAMENTE L’INFERNO CHE MI AVETE MOSTRATO L’ALTRA VOLTA!!!
Dopo lunghe insistenze, finalmente Lucifero decide di chiamare in causa Satana:
– Satanaaaa …
– Che c’è, risponde Satana da lontano
– C’è qui uno che vuole parlarti
– E chi è?
– L’agente di viaggio
– Chi?
– Ma si, l’agente di viaggio, quello che è venuto in educational la settimana scorsa……!!!

(Educational: viaggio dedicato agli agenti di viaggio per conoscere destinazioni e strutture alberghiere dove tutto é sempre bellissimo e curatissimo..)
Advertisements